Studio Commercialista rag. Gili - Novara

In collaborazione con Italia Oggi ecco le principali scadenze del mese di giugno 2019

16 giugno 2019

Liquidazione e versamento dell’IVA mensile

Cosa: Liquidazione e versamento dell’IVA relativa al mese precedente

Chi: Imprese ed esercenti arti e professioni in regime IVA mensile

Come: Modello F24 in modalità telematica

Versamento acconto IMU

Cosa: Versamento prima rata dell’imposta municipale propria (IMU) dovuta per l’anno in corso

Chi: Proprietari di beni immobili e titolari di diritti reali di godimento su fabbricati, terreni agricoli e aree fabbricabili

Come: Modello F24

Versamento ritenute su redditi di lavoro autonomo, abituale, occasione , diritti d’autore e simili

Cosa: Versamento delle ritenute sugli importi pagati nel mese precedente relativi a:

– compensi di qualsiasi natura per prestazioni di lavoro autonomo abituale

– compensi per prestazioni occasionali (salvo che si tratti di compensi di importo inferiore a euro 25,82 corrisposti da enti non commerciali)

– compensi corrisposti ad associati in partecipazione che apportano solo lavoro

– cessione di diritti d’autore da parte degli stessi autori o da parte di eredi o donatari

– diritti e opere dell’ingegno, ceduti da persone fisiche non imprenditori o professionisti che le hanno acquistate

– compensi a stranieri per prestazioni di lavoro autonomo in Italia

– compensi a stranieri per brevetti e diritti d’autore

– partecipazione agli utili dei fondatori di società di capitali

– compensi a sportivi professionisti per prestazioni di lavoro autonomo

Chi: Sostituti d’imposta

Come: Modello F24 in modalità telematica

Versamento ritenute su redditi di lavoro dipendente ed assimilato

Cosa: Versamento delle ritenute sulle corresponsioni effettuate nel mese precedente relative a:

– salari, stipendi, pensioni, ecc.

– emolumenti arretrati e redditi di lavoro dipendente corrisposti a eredi (escluso TFR)

– compensi ai soci lavoratori di cooperative

– rendite vitalizie a tempo determinato

– compensi corrisposti da terzi a dipendenti per incarichi in relazione a tale qualità

– altri assegni periodici di cui all’art. 50, co. 1, lett. i, D.P.R. n. 917/1986

– indennità e gettoni di presenza per cariche elettive e per l’esercizio di funzioni pubbliche

– borse di studio e assegni corrisposti per fini di studio o addestramento professionale

– redditi di collaborazione coordinata e continuativa, amministratori, sindaci e revisori di società

– collaborazioni a giornali, riviste ecc.

– distributori a domicilio di giornali

– indennità di fine rapporto ed equipollenti

Chi: Sostituti d’imposta

Come: Modello F24 in modalità telematica

Versamento ritenute su prestazioni effettuate nei confronti di condomini

Cosa: Versamento delle ritenute del 4% sulle corresponsioni effettuate nel mese precedente relative a prestazioni su contratti di appalto di opere o servizi effettuate nell’esercizio di impresa

Chi: Sostituti d’imposta (Condomini)

Come: Modello F24 in modalità telematica

 

20 giugno 2019

Denuncia Conai

Cosa: Denuncia relativa al mese precedente

Chi: Produttori e importatori di imballaggi

Come: Invio al CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi tramite:

– posta (raccomandata A.R.) Via P. Litta 5, 20122 Milano

– fax: 02.54122656/02.54122680

– on line: https://dichiarazioni.conai.org

 

25 giugno 2019

Presentazione elenchi Intrastat mensili

Cosa: Elenchi Intrastat relativi al mese precedente

Chi: Operatori intracomunitari con obbligo mensile

Come: Trasmissione in modalità telematica

 

30 giugno 2019

Presentazione Dichiarazione IMU

Cosa: Dichiarazione per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2018

Chi: Proprietari di beni immobili e titolari di diritti reali di godimento su beni immobili

Come: Consegna o spedizione al comune di ubicazione degli immobili

Presentazione Modello Redditi PF soggetti non titolari di Partita IVA

Cosa: Presentazione, in modalità cartacea, della dichiarazione Unico

Chi: Contribuenti non obbligati all’invio telematico

Come: Presentazione presso Uffici postali

Versamenti imposte da Modello Redditi SC

Cosa: Versamento imposte IRES – IRAP a titolo di saldo e di primo acconto relative alla dichiarazione dei redditi Modello Unico SC, o di prima rata (rateizzazione da completarsi entro e non oltre il mese di novembre). Per i soggetti con approvazione del bilancio oltre i 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio, il versamento va effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello di approvazione del bilancio dell’esercizio. Il versamento può essere effettuato entro 30 giorni dalla scadenza con la maggiorazione dello 0,40%

Chi: Soggetti IRES con periodo di imposta coincidente con l’anno solare

Come: Modello F24 in modalità telematica

Versamento imposte da Modello Redditi PF e SP e Modello IRAP

 Cosa: Versamento a saldo delle imposte IRPEF, addizionali regionali e comunali, IRAP e primo acconto dell’ IRPEF, IRAP, in unica soluzione o prima rata (rateizzazione da completarsi entro e non oltre il mese di novembre). Se la dichiarazione IVA è unificata può essere versato anche il saldo IVA con maggiorazione a titolo di interessi dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivo al 16 marzo.

Chi: Persone fisiche, società semplici, società di persone e soggetti equiparati, titolari di partita IVA

Come: Modello F24 in modalità telematiche per i titolari di partita IVA (il versamento può essere effettuato entro 30 giorni dalla scadenza con la maggiorazione dello 0.40%)

Versamento imposta sostitutiva su rivalutazione terreni

Cosa: Versamento della prima rata dell’imposta sostitutiva (10% del valore del terreno così come risultante dalla perizia di stima redatta da un professionista abilitato) sulla rivalutazione dei terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2019.

Sull’importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3% annuo da versare contestualmente a ciascuna rata

Chi: soggetti proprietari o titolari di diritti reali su terreni

Versamento diritto annuale CCIAA

Cosa: Versamento diritto annuale alla Camera di Commercio di competenza

Chi: Soggetti diversi dalla persona fisiche iscritti o annotati nel registro imprese che esercitano attività economiche per le quali non sono stati elaborati gli studi di settore

Come: Modello F24 in modalità telematiche

Comunicazione dati operazioni con soggetti esteri (Esterometro)

Cosa: Comunicazione dati operazioni con soggetti esteri

Chi: Soggetti titolari di Partita IVA

Come: Trasmissione in modalità telematica

Contratti di locazione registrazione e versamento

Cosa: Versamento imposta di registro sui contratti di locazione stipulati o rinnovati tacitamente in data 1° giugno

Chi: Titolari di contratti di locazione che non hanno optato per la cedolare secca di cui all’art 3 D.Lgs. n. 23/2011

Come: Trasmissione in modalità telematica, ovvero, consegna della richiesta di registrazione (Modello RLI) e della ricevuta di versamento (Modello F24 elide) all’Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate

 

Si evidenzia che alcune di queste scadenze potrebbero subire modifiche sia legate all’approvazione di Decreti già in discussione sia per richieste di proroga già avanzate dalle categorie interessate. In particolare le modifiche potrebbero riguardare i termini legati ai versamenti delle imposte ed a pagamenti a questi legati  

 

 

 

 

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

L’articolo 379 del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, oltre modificare l’articolo 2477 del Codice civile, al comma 3 detta una diposizione transitoria che riguarda le società a responsabilità limitata e le società cooperative costituite alla data di entrata in vigore del presente articolo (16 marzo 2019).
Queste società, quando ricorrono i requisiti per la nomina dell’organo di controllo o del revisore, indicati dal nuovo articolo 2477 C.C., dovranno provvedere alla loro nomina e, se necessario, ad uniformare l’atto costitutivo e lo statuto alle disposizioni di cui al predetto comma entro nove mesi dalla predetta data (entro il 16 dicembre 2019), per prevedere la nomina del sindaco unico, del collegio sindacale o del revisore.
Fino alla scadenza del termine, le previgenti disposizioni dell’atto costitutivo e dello statuto conservano la loro efficacia anche se non sono conformi alle inderogabili disposizioni previste dalla nuova normativa.
Ai fini della prima applicazione delle disposizioni di cui all’articolo 2477 del Codice civile, commi secondo e terzo, come sostituiti dal comma 1 dell’art. 379, si ha riguardo ai due esercizi antecedenti la scadenza indicata nel primo periodo (art. 379, comma 3).
Due sono le considerazioni che vogliamo approfondire circa gli obblighi di adeguamento: con la prima vogliamo consigliare una attenta lettura delle clausole statutarie vigenti nei propri statuti, prima di procedere ad eventuali variazioni o aggiornamenti; con la seconda vogliamo far emergere alcune problematiche relative alla tempistica circa l’obbligo di nomina dell’organo di controllo nel caso di superamento dei parametri fissati dal nuovo articolo 2477 C.C.
Riteniamo, anzitutto, che sia indispensabile verificare con attenzione le clausole attraverso le quali l’atto costitutivo (o lo statuto) prevedono, nelle società in questione, la disciplina della nomina dell’organo di controllo o del revisore e se tale nomina è contemplata.
Nel caso in cui lo statuto preveda ad esempio: «La nomina dell’organo di controllo o del revisore avviene nei casi in cui la legge renda tale nomina obbligatoria», oppure «La nomina dell’organo di controllo o del revisore si rende obbligatoria al superamento dei parametri previsti dall’art. 2477 c.c.» o espressioni analoghe, le modifiche potrebbero non essere necessarie, essendo l’atto costitutivo e statuto già in linea con le nuove regole.
Diversamente, qualora lo statuto prevedesse, ad esempio, che «La nomina dell’organo di controllo o del revisore è obbligatoria al superamento dei parametri di cui all’art. 2435-bis c.c. e negli altri casi previsti dall’art. 2477 c.c.» o espressioni equivalenti, il contratto sociale dovrà essere modificato per tener conto dei nuovi parametri di nomina.
Obblighi di adeguamento, scatteranno, ovviamente, anche nei casi in cui l’atto costitutivo o lo statuto sociale nulla prevedessero in tema di controlli.
Più complesse da risolvere sono, invece, le problematiche relative alla tempistica circa l’obbligo di nomina del nuovo sindaco o revisore nel caso in cui, nei due esercizi che antecedono quello in cui si rendono necessarie le modifiche statutarie (quindi presumibilmente l’esercizio 2017 e l’esercizio 2018), si superino i parametri di cui al novellato articolo 2477 C.C.
Appare chiara l’intenzione del legislatore di accelerare le nomine nella seconda parte del 2019, sia nella relazione di accompagnamento – ove si legge che il legislatore «fissa in nove mesi il termine entro il quale le società interessate dovranno provvedere alla nomina dell’organo di controllo» – e sia nell’aver fissato agli esercizi 2017 e 2018 quelli di osservazione ai fini della valutazione del superamento delle nuove soglie dimensionali.
Considerato che le modifiche statutarie dovrebbero essere completate entro dicembre (periodo di chiusura dei bilanci e quindi periodo inadatto per la conoscenza dell’azienda e della sua attività da parte degli eventuali nuovi nominati), non sarebbe stato più ragionevole a riguardo, anziché fissare un termine vago di “nove mesi”, indicare come termine, per la nomina dell’organo di controllo o del revisore, l’assemblea di approvazione del bilancio al 31 dicembre 2018?
Si sarebbe così consentito all’eventuale nuovo organo in carica di assolvere con maggiore consapevolezza ai nuovi compiti che verranno ad esso demandati – in particolare nelle nuove procedura di allerta – nella prospettiva che dal 15 agosto 2020 sarà operativa l’integrale riforma della crisi d’impresa.
Per un approfondimento sui contenuti e per scaricare il testo del decreto clicca qui.

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

I contribuenti Iva mensili sono tenuti alla liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente tramite il modello F24 con modalità telematiche. https://www.ateneoweb.com/aw/scadenzario/contribuenti-iva-mensili-liquidazione-e-versamento-iva-mese-precedente-scadenza-del-18-03-2019,6739-4.html

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Termine ultimo, per i sostituti d’imposta, per trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate le CU2019 per redditi di lavoro dipendente equiparati ed assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi corrisposti nel 2018. https://www.ateneoweb.com/aw/scadenzario/sostituti-d-imposta-invio-telematico-della-certificazione-unica-2018-scadenza-del-07-03-2019,6723-4.html

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono provvedere alla presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni nonché delle prestazioni di servizio in ambito comunitario, effettuati nel mese precedente. La presentazione deve avvenire per via telematica, all’Agenzia delle Dogane tramite il sistema E.D.I. o all’Agenzia delle Entrate. https://www.ateneoweb.com/aw/scadenzario/presentazione-telematica-degli-elenchi-riepilogativi-mensili-relativi-alle-operazioni-intracomunitarie-del-mese-precedente-elenchi-scadenza-del-25-03-2019,6751-4.html

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Termine ultimo, da parte degli iscritti agli albi professionali dei veterinari e delle strutture autorizzate alla vendita al dettaglio di medicinali veterinari, per l’invio al Sistema tessera sanitaria dei dati delle spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche nell’anno 2018, al fine della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata. https://www.ateneoweb.com/aw/scadenzario/precompilata-invio-dati-spese-veterinarie-scadenza-del-28-02-2019,6707-4.html

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Termine ultimo per gli asili nido, pubblici o privati, per la comunicazione all’Anagrafe tributaria, esclusivamente per via telematica, dei dati (relativi all’anno precedente) dei genitori che hanno provveduto al pagamento delle rette relative alla frequenza degli asili nido e per i servizi formativi. https://www.ateneoweb.com/aw/scadenzario/comunicazione-all-at-dei-dati-rette-frequenza-asili-nido-scadenza-del-28-02-2019,6708-4.html

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Termine ultimo, per i soggetti passivi dell’Imposta sul Valore Aggiunto, per la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel quarto trimestre del 2018, da effettuare utilizzando il modello “Comunicazione liquidazioni periodiche IVA “.

Studio Commercialista rag. Gili - Novara

Termine ultimo, per coloro che nel 2018 hanno corrisposto compensi agli avvocati e agli arbitri nei procedimenti di negoziazione assistita conclusi con successo e/o di arbitrato conclusi con lodo, per la presentazione della richiesta di attribuzione del credito d’imposta previsto dall’articolo 21-bis del Dl 83/2015, da effettuarsi utilizzando la procedura online sul sito del Ministero della Giustizia utilizzando l’apposito modulo.