Quali sono gli importi dei contributi INPS dovuti da commercianti ed artigiani per l’anno 2021?

E’ la domanda che ogni anno ci si pone per poter programmare le proprie uscite di cassa.

L’INPS ha comunicato ieri con apposita circolare gli importi e per l’anno 2021 i minimali sono leggermente aumentati rispetto all’anno precedente.

Ecco gli importi:

fascia di reddito Importo per Commercianti Importo per Artigiani
Fino ad € 15.953,00 € 3.850,52 € 3.836,16
Da € 15.953,00 a € 47.379,00 24,09% 24%
Da € 47.379,00 a € 78.965,00 25,09% 24

Per gli iscritti dal 1 gennaio 1996 (privi di anzianità contributiva al 31/12/1995) il massimale anziché € 78.965,00 ammonta ad € 103.055,00

I collaboratori di impresa familiare di età inferiore a 21 anni possono usufruire di una riduzione. I loro importi risultano quindi essere:

fascia di reddito Importo per Commercianti Importo per Artigiani
Fino ad € 15.953,00 € 3.587,29 € 3.572,94
Da € 15.953,00 a € 47.379,00 22,44% 22,35%
Da € 47.379,00 a € 78.965,00 23,44% 23,35

Si ricorda che chi usufruisce del regime forfetario ed è iscritto alla gestione commercianti o a quella artigiani ha il diritto, previa apposita domanda, di poter versare contributi ridotti del 35%.

Anche per l’anno in corso è confermata la riduzione del 50% degli importi dei versamenti dovuti dagli iscritti con più di 65 anni , già pensionati presso una gestione INPS.

Le scadenze per i pagamenti delle rate fisse sono:

17 maggio 2021

20 agosto 2021

16 novembre 2021

16 febbraio 2022

Le quote percentuali verranno pagate con le imposte alle scadenze previste per i saldi e gli acconti delle stesse.

Come accade ormai da anni i versamenti vanno effettuati con modello F24 i cui dati sono reperibili nel “cassetto previdenziale per artigiani e commercianti”  sezione  “Dati per F24”.   

Per chiarimenti e per maggiori dettagli, potete richiedere una consulenza in studio.